Igiene Orale

  • Spazzolare i denti  dopo ogni pasto in modo da eliminare completamente la placca batterica da denti e gengive. I denti vanno spazzolati a gruppi (gli incisivi anteriori, i molari posteriori, i canini e premolari) pulendo prima le superfici esterne e poi quelle interne. Il movimento dello spazzolino deve essere vibratorio, dal basso verso l'alto per le superfici verticali delle arcate inferiori; dall'alto verso il basso per le arcate superiori. Per pulire, invece, le superfici piane masticatorie, il movimento dello spazzolini va fatto avanti e indietro con strofinamenti lenti e brevi in senso orizzontale.
  • Cambiare spesso spazzolino. Quando le setole hanno perso la loro compattezza non esercitano più una efficace azione di pulizia. Il tempo normalmente indicato è di 2 mesi ma accorciandolo un pò si aumenta la qualità dello spazzolamento.
  • Utilizzare un dentifricio fluorato. Il fluoro esercita un azione protettiva, antisettica e remineralizzante sullo smalto dentale.  
  •  Usare spazzolini con setole di durezza media a meno che il tuo dentista, per motivi particolari, non ti consigli diversamente.
  • Passare il filo interdentale e pulire la lingua con strumenti appositi. Quest'ultima è un'ottima abitudine per la prevenzione di carie, parodontopatie e disturbi dell'alito (alitosi).
  •